PICKUP

Si può guidare un pickup per uso privato?

I pickup piacciono sempre di più, con quei cassoni che parlano di avventure americane, l’aria di poter andare dappertutto e lo spirito di frontiera, naturalmente da vivere anche in città. Tutte qualità che attirano l’automobilista, che vorrebbe sfruttare il pickup per il proprio lavoro, ma anche per il tempo libero. Ma si può davvero fare? Oltre al materiale per la propria attività, si possono caricare armi e bagagli per le ferie? Possiamo riempire il cassone del pick up con tavole da surf invece che con strumenti di lavoro? Un privato può guidare il suo pickup di domenica?

Tutte queste domande nascono dal fatto che un pick up, come Mahindra Goa e Mahindra Genio, nella stragrande maggioranza dei casi è omologato N1 e cioè come autocarro. Per avere qualche indicazione in più a questo è meglio consultare il Codice della Strada, e più precisamente l’articolo 54, comma 1, lettera d, dedicato alla definizione dei diversi veicoli, che recita: “gli autocarri sono veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all’uso o al trasporto delle cose stesse”.

GOA-cantiere-slider1446x964India-pickup

L’interpretazione più restrittiva non lascia adito a dubbi. Un privato può traportare sul proprio pick up balle di fieno se è un allevatore, materiale da cantiere se è un muratore, attrezzatura per le riprese se è un videomaker. I bagagli delle vacanze o le tavole da surf non rientrano in queste categorie, a meno che il proprietario del pick-up non gestisca un albergo o un noleggio per le attività sportive acquatiche. Nessun problema invece per la guida nei giorni festivi, sempre ammesso che sia giustificata da necessità lavorative.

Il medesimo discorso vale per i passeggeri, e lo chiarisce la seconda parte del testo. Chi viaggia insieme al conducente sul pick-up deve essere “addetto all’uso o al trasporto” del materiale trasportato, quindi il muratore che fa parte di una squadra, il collaboratore dell’allevatore, l’assistente del fotografo. Niente bambini, amici e parenti, quindi.

C’è da dire che alcuni interpretano la norma in maniera meno restrittiva, ma il consiglio è quello di seguirla alla lettera, per evitare brutte sorprese.

© Mahindra 2016 - P.IVA 07206571007

!Utilizzando questo sito web si acconsente all'utilizzo di cookies in conformità alla nostra politica sui cookies   Ok